Dal Nazionale

Convegno 25 gennaio, spostamenti e parcheggio

In vista del Convegno del prossimo 25 gennaio, siamo lieti di informarti che metteremo a disposizione 20 posti auto per i partecipanti presso l’Hotel NH COLLECTION GIUSTINIANO, situato in Via…

Quattro milioni di italiani aspettano risposte

In Italia ci sono 14 milioni di anziani. Di questi il 30%, pari a circa 4 milioni non è autosufficiente ed ha bisogno di cure, in relazione alla grave compromissione funzionale, e solo il 7,5 % dei non autosufficienti è ospite di strutture residenziali pubbliche e private, mentre il restante 92,5% è in famiglia, a carico dei care-givers. Il sistema sanitario-assistenziale italiano non è in grado di gestire il problema, numericamente enorme, estremamente complesso nelle sue articolazioni e sfaccettature. A chi spetta la gestione, che comprende insieme una componente sanitario riabilitativa e una componente socioassistenziale? Il sistema, pubblico e privato, annaspa in entrambi i casi. Sia a livello di impostazione generale, nazionale, sia sul territorio, da parte delle amministrazioni locali. Non c’è una mappa di questa realtà, una mappa degli individui, una mappa dei bisogni.   

RSA, il gioco degli equivoci

Di Michela Capurso Sempre più evidente lo scollamento tra le esigenze degli utenti e la percezione delle medesime che ha chi governa. Nel “sociosanitario”, il sanitario viene minimizzato, per far…

Grande successo la 3° Festa dell’Operatore

2 ottobre 2023 Grande successo per la 3° Festa dell’Operatore di RSA Casa di Riposo e Assistenza Domiciliare Il 2 ottobre celebriamo la Festa dell’Operatore di Rsa, arrivata alla terza…

Contratti, ecco tutti i salari minimi

fonte: Interessante articolo pubblicato lo scorso 30 settembre su Start Magazine, lo ripubblichiamo a beneficio degli interessati. << Minimi salariali e minimi tabellari nei maggiori contratti nazionali di lavoro:…

Le organizzazioni del socio-sanitario scrivono al Governo

Le organizzazioni del socio-sanitario scrivono al Governo per la grave situazione dell’assistenza territoriale Il Coordinamento Interassociativo del Settore Sociosanitario, che raccoglie Organizzazioni di Settore ed Enti del Privato Sociale e…

La tragedia di Milano ripropone la questione sicurezza

La tragedia di stanotte a Milano ripropone la questione sicurezza nelle RSA e nelle strutture per anziani. Non sappiamo ancora cosa sia accaduto esattamente nella struttura di via dei Cinquecento, identificata come “Casa per coniugi”, gestita da una cooperativa che conta moltissime strutture in Italia. La Rsa presuppone comunque un assetto organizzativo che prevede un controllo ed una vigilanza costante.

Ruolo nuovo ai medici delle Rsa?

LA PROPOSTA: Come superare situazioni paradossali che rendono complicate assistenza e cura Oggi il responsabile sanitario non ha responsabilità di diagnosi, di prescrizione e di cura, che competono invece al…

Convegno nazionale 2023 – le Foto

Le Foto del Convegno Nazionale ANASTE 2023 – Senior Economy Open Days 8 giugno 2023 Presentazione dei Senior Economy Open Days Prospettive e sviluppi dell’assistenza Sebastiano Capurso Presidente Nazionale ANASTE…

Long-Term Care Eight

Gli Stati Generali dell’Assistenza a lungo termine – edizione 2023 Evento a ROMA nei giorni 11 e 12 luglio 2023 Iscriviti su: La riorganizzazione della presa in carico e…

Forum Non Autosufficienza: La riforma dell’assistenza agli anziani non autosufficienti

A cosa serve la Riforma Nazionale dell'assistenza agli anziani? Questa l'importante domanda di estrema attualità a cui si è dato risposta durante la sessione plenaria del Forum Non Autosufficienza presso il Centro Congressi del Quark Hotel di Milano, in cui si sono discusse le strade da seguire e gli errori da evitare nella realizzazione di questa prima riforma nazionale del settore.

Le ambiguità di una riforma senza risorse

Riconoscere la condizione di dipendenza di una fetta consistente della popolazione ( 4 milioni di ultrasessantacinquenni con grave compromissione della capacità funzionale) senza finanziarla adeguatamente non cambia la realtà. Il…

RSA tra aspettative, proposte e risorse

Molte sono le proposte avanzate sul ruolo che le RSA dovranno assumere nel contesto della nuova organizzazione dell’assistenza territoriale, ma alcuni punti fermi meritano di essere precisati. In un quadro di generalizzata riduzione delle risorse destinate al SSN, appare necessario ribadire che per nuovi servizi è indispensabile prevedere nuove risorse, altrimenti ogni riforma, specie quella del sistema nazionale assistenza anziani (SNAA), è destinata a fallire

Senior Economy Open Days

save the date
Segnatevi la data! L'8 e 9 giugno, ANASTE terrà il suo Convegno Nazionale presso il CNEL di Roma. Un'occasione unica per incontrare esperti del settore, approfondire le tematiche più attuali e accrescere la propria formazione. Non mancate!

LA VERITÀ SUL NUOVO CCNL ANASTE

Sebastiano Capurso
Stabilita quindi la piena rappresentatività delle Organizzazioni firmatarie del CCNL Anaste, affrontiamo la problematica dei tabellari economici previsti dal nuovo CCNL, che presentano, tra l’altro, un sostanziale incremento rispetto a quelli dell’accordo precedentemente in vigore, pur in un momento di particolare difficoltà economica per le aziende del settore, duramente provate dalla pandemia oltre che dalla insufficienza delle tariffe, ferme ormai da oltre 12 anni.

Rinnovato il CCNL ANASTE

La Commissione Lavoro ANASTE e le Organizzazioni Sindacali alla ratifica del rinnovo del CCNL 2020-2022
In data odierna è stato ratificato il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro ANASTE per il personale dipendente delle Strutture Territoriali, per le imprese del settore socio-sanitario aderenti ad ANASTE.

FORUM NON AUTOSUFFICIENZA: CONVEGNO INTERASSOCIATIVO IL PROSSIMO 23 NOVEMBRE

Convegno Inter-Associativo Forum Non Autosufficienza
Il prossimo 23 novembre, all'interno del FORUM NON AUTOSUFFICIENZA, a cura del Coordinamento InterAssociativo nazionale del settore Socio-Sanitario, verranno affrontati temi di importanza strategica per il settore. L'eccezionalità di questo evento è dimostrata non solo dagli argomenti in discussione, ma anche dalla partecipazione delle organizzazioni, che rappresentano la totalità delle imprese del settore, unite nel coordinamento interassociativo nazionale del settore Socio-Sanitario.

PROROGA ALL’USO DELLE MASCHERINE FINO AL 31 DICEMBRE

Con la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale entra in vigore l’ordinanza firmata dal neo Ministro della Salute Orazio Schillaci, che proroga l'obbligo di utilizzo delle mascherine al 31 dicembre 2022 da parte dei lavoratori, degli utenti e dei visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, comprese le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti, (le strutture residenziali di cui all'art. 44 del DPCM 12 gennaio 2017)

Manifestazione a sostegno dei servizi per gli anziani Firenze 27 ottobre

ANASTE sostiene la manifestazione indetta da Anaste Toscana, Uneba-Toscana, Aret-Asp, Arsa, Arat, Agespi, Confcooperative Sanità Toscana, Confcooperative-Federsolidarietà Toscana, Agci-Solidarietà Toscana, Aiop. Tutte le associazioni di categoria del settore socio sanitario…

Fatturati in picchiata e bilanci in rosso : la crisi delle Rsa

Crisi delle RSA
articolo a firma di Michele Bocci e Rosario Di Raimondo analizza la situazione di grave crisi in cui versano le RSA e case di riposo italiane, dovuta a mancanza di personale, ma soprattutto all'insostenibile aumento dei costi, sia per l'energia che per i materiali e attrezzature, necessari per l'assistenza.Un articolo che tenta di fotografare le situazioni più critiche del settore in tutta Italia, sicuramente evidenziando i problemi più importanti

Repubblica: un nuovo welfare per gli anziani non autosufficienti

Una importante analisi a firma di Oscar Giannino, quella pubblicata a pag. 15 dell'inserto Affari e Finanza allegato al quotidiano "la Repubblica" del 27 giugno 2022, che affronta il (non) modello italiano di assistenza socio-sanitaria e della totale assenza di riferimenti al settore nel PNRR.