fbpx

“Grazie Rsa Città di Rieti, Carla ha gli angeli che merita”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di ringraziamento di un lettore di RietiLife alla Rsa Città di Rieti per la cura nei confronti di un paziente.

Chi sono i nostri angeli? Forse molti se lo chiedono… A volte, nei nostri momenti piu’ bui, ci raccomandiamo sempre a qualche angelo che ci guardi per proteggerci. ….”NIENTE E’ MAI BRUTTO COME SEMBRA”….ne ho fatto il motto della mia vita…parole alle quali a stento ci siamo aggrappati quando, da un momento all’altro, la nostra esistenza e’ cambiata per sempre a causa della malattia improvvisa di Carla…più una mamma che una sorella per noi..ci ha cresciuti asciugando le nostre lacrime e alimentando i nostri sogni… cercavamo tra le coperte il suo odore quando faceva le notti in ospedale.

Faceva l’infermiera Carla con la I MAIUSCOLA…la vedo ancora nella sua divisa bianca con i capelli biondi raccolti in una lunga coda…gli occhi amorevoli, il sorriso consolatorio e rassicurante, pronta a lenire qualsiasi pena e dolore. SEI STATA TE CARLA L’ANGELO CUSTODE NOSTRO E DEI TUOI PAZIENTI.

Poi, in un giorno qualunque, sei divenuta tu bisognosa di sguardi benevoli, cure premurose e parole rassicuranti e il tempo si è fermato lasciandoci soli nel giardino dei ricordi, persi nel buio della consapevolezza che le cose non sarebbero mai più tornate come prima e che il tuo odore, sarebbe scomparso dalla nostra casa ben presto.

Troppo grave per tornare tra le nostre braccia.

In attesa di essere collocata presso una struttura di “ALTO LIVELLO”arriva il miracolo:un posto libero nella RSA Città di Rieti che l’ospedale Gemelli di Roma ci consiglia di accettare per il bene della nostra Carla.

Ecco che il buio lascia posto alla luce… ARRIVANO I NOSTRI ED I TUOI ANGELI che ti hanno accolta ad ali spiegate prendendosi cura di te e restituendoti dignità ed affetto.

“E’ una di noi “..queste le parole della caposala del reparto dove Carla si trova avvolta dalla coperta tappezzata delle nostre foto…coccolata dalle bambole che tanto amava, nella stanza divenuta casa accogliente che ora sa del suo odore… parole che riecheggiano nella mia mente mentre torniamo a casa con il cuore gonfio di nostalgia e gli occhi che trattengono le lacrime; ma con la certezza che pur avendoti lontana Carlina nostra, sei al sicuro tra i sorrisi e la cura di grandi professionisti.

Per noi oggi gli angeli hanno un volto:ringraziamo con stima e con tutto il cuore l’assistente sociale Gianina Zurca, il responsabile sanitario dottor Basilio Battisti, la coordinatrice infermieristica Romina Cedrone, gli infermieri, i fisioterapisti, gli operatori sanitari e tutto il personale della segreteria amministrativa.

Ringraziamo l’RSA Città di Rieti tutta per l’integrità professionale e umana con la quale svolge tutti i giorni il suo lavoro.

Carla ha trovato gli angeli di cui aveva bisogno.

Torna in alto