Importante pubblicazione scientifica con il contributo di ANASTE e Fondazione ANASTE Humanitas

Il valore della ricerca scientifica svolta grazie al contributo delle Strutture associate, si è consolidato nella pubblicazione dello studio scientifico “Validation of PARADISE 24 and Development of PARADISE-EDEN 36 in Patients with Dementia”, che ha visto tra i partecipanti, la Fondazione ANASTE Humanitas e tre sezioni regionali di ANASTE (Lazio, Toscana e Calabria). Sia ANASTE che la Fondazione sono citate direttamente a pag. 2 e 3 della pubblicazione.

Link alla pubblicazione sul International Journal of Environmental Research and Public Health:
https://www.mdpi.com/1660-4601/19/11/6949

Lo studio si è occupato della validazione dello standard denominato PARADISE 24, frutto di un progetto europeo che ha l’obiettivo generale di coordinare lo sviluppo di un’epidemiologia globale e trasversale, o “epidemiologia orizzontale”, delle difficoltà psicosociali associate ai disturbi cerebrali.

Di seguito la sintesi dello studio:

La demenza è stata una delle condizioni su cui si è focalizzato un progetto dell’Unione Europea chiamato “PARADISE” (Psychosocial fActors Powerful to brain DISorders in Europe), che in seguito ha prodotto una misura chiamata PARADISE 24, sviluppata all’interno del modello biopsicosociale proposto nell’International Classificazione della disabilità funzionale e della salute (ICF). Gli obiettivi di questo studio sono di validare PARADISE 24 su un campione più ampio di pazienti con demenza da lieve a moderata per espandere PARADISE 24 definendo una scala più specifica per la demenza, aggiungendo 18 domande specificamente selezionate per la demenza, che alla fine dovrebbero essere ridotte a 12 Abbiamo arruolato 123 persone con demenza, reclutate tra luglio 2017 e luglio 2019 in strutture di assistenza domiciliare e di lungodegenza, in Italia, e 80 partecipanti sono state reclutate a Varsavia tra gennaio e luglio 2012 nell’ambito di un precedente studio trasversale. I colloqui con il paziente e/o la famiglia sono stati condotti da operatori sanitari da soli o in gruppo utilizzando il protocollo di raccolta dati Paradise. L’analisi psicometrica con l’analisi di Rasch ha dimostrato che PARADISE 24 e la selezione di 18 ulteriori elementi specifici della condizione possono avere buone proprietà di misurazione per valutare lo stato funzionale nelle persone con demenza.

Person-item map for the person parameter and item parameter distribution of the 24 Paradise items having response categories (1 = none, 2 = mild to moderate, and 3 = severe to extreme PSDs). * Disordered thresholds are flagged by means of a ‘*’ in the margin of the figures.

Il passaggio in cui è citata ANASTE (tradotto dall’inglese):

<Introduction – pag.2> “La valutazione della disabilità nei pazienti con demenza, attraverso il modello ICF, consente di formulare un profilo funzionale dinamico e di identificare le associazioni tra lo stato di salute, le comorbidità, i fattori ambientali e personali con i livelli di disabilità. Uno studio precedente è stato condotto attraverso una rete di strutture calabresi di assistenza a lungo termine (LTC) condotta da ANASTE (Associazione Nazionale Strutture Territoriali), che mirava a descrivere la disabilità attraverso i profili ICF per i domini Attività e Partecipazioni in una coorte di residenti sofferenti da Alzheimer moderato-grave (AD) e Demenza Vascolare (VD), ha mostrato che gli obiettivi di cura elaborati secondo gli indicatori di Capacità e Performance ICF, consentono un miglioramento della valutazione della disabilità nelle due forme di demenza. L’uso dell’ICF può guidare la pianificazione degli interventi sanitari per i pazienti con demenza, tenendo conto di aspetti importanti della vita quotidiana, solitamente meno considerati, come la comunicazione, le relazioni sociali e le attività del tempo libero [9].

Il passaggio in cui è citata la Fondazione ANASTE Humanitas (tradotto dall’inglese):

<Introduction – pag.3> “La Fondazione ANASTE Humanitas, branca scientifica di ANASTE, ha avviato un progetto volto, in primo luogo, a testare PARADISE 24 su un campione più ampio di pazienti con demenza da lieve a moderata in diversi contesti assistenziali (strutture, asili nido e case). Inoltre, il progetto ha ampliato PARADISE 24 definendo una scala più specifica per la demenza e aggiungendo alle 24 domande di PARADISE, 12 domande specificamente selezionate per la demenza.

Gli autori dello studio: Francesco Talarico 1, Carolina Fellinghauer 2, Giuseppe Andrea De Biase 1, Pietro Gareri 3, Sebastiano Capurso 4, Paolo Moneti 5, Angela Caruso 6, Valentina Chiatante 7, Emanuela Gentile 8, Monica Malerba 9, Laura Marsico 6, Maria Mauro 10, Maria Magro 10, Andrea Melendugno 11, Fabio Pirrotta 12, Luana Putrino 9, Carla Putrino 9, Anna Propati 7, Vincenzo Rotondaro 7, Fausto Spadea 10, Angela Villella 8 and Alba Malara 1,6,7,8,9,10

Elenco delle affiliazioni:

1Fondazione ANASTE-Humanitas via dei Gracchi, 00192 Roma, Italy,
2Data Fittery GmbH, 4665 Oftringen, Switzerland,
3 Center for Cognitive Disorders and Dementia (CDCD), Catanzaro Lido, ASP Catanzaro, 88100 Catanzaro, Italy,
4 RSA Bellosguardo, ANASTE Lazio, 00053 Civitavecchia, Italy
5RSA Villa Gisella, ANASTE Toscana, 50100 Firenze, Italy
6RSA La Quiete, ANASTE Calabria, 87040 Castiglione Cosentino, Italy
7Casa Protetta Villa Azzurra, ANASTE Calabria, 87070 Roseto Capo Spulico, Italy
8Casa Protetta Madonna del Rosario, ANASTE Calabria, 88046 Lamezia Terme, Italy
9Centro Residenziale e di Riabilitazione San Domenico, ANASTE Calabria, 88046 Lamezia Terme, Italy
10RSA Casa Amica, ANASTE Calabria, 88050 Fossato Serralta, Italy
11O.P.S.A. Opera Provvidenza Sant’Antonio, C.S. Casa Madre Teresa di Calcutta, 35030 Sarmeola, Italy
12Fondazione Betania Onlus, 88100 Catanzaro, Italy