VILLA GIULIA di Pianoro: consegnati gli "Oskar della dedizione" a dipendenti e collaboratori

Durante la serata di gala di Villa Giulia a Pianoro (BO), residenza per anziani del Consorzio Ospedaliero Colibrì, sono stati consegnati gli "Oskar della Dedizione". Su iniziativa della Direzione, nel salone delle feste, tra l’eleganza dei dipendenti e il red carpet delle grandi occasioni, si è svolta la cerimonia di consegna di 50 statuette come premio alla dedizione del personale.

Un evento ideato e voluto dalla direttrice della CRA Villa Giulia, dott.ssa Ivonne Capelli insieme al fratello Marco, per l’impegno di tutti dipendenti e collaboratori, a cominciare da chi è in squadra da oltre vent’anni.

Il personale di Villa Giulia si compone per la quasi totalità di donne e, uno degli aspetti vincenti è la multietnicità. Le straniere rappresentano il 48% del totale e nella maggior parte arrivano dai Paesi dell’Est. Con le lavoratrici italiane condividono la stessa passione per le cure e l’assistenza alla persona fragile.

Ad introdurre la serata di gala è stata la dott.ssa Ivonne Capelli promotrice dell’iniziativa e autrice della rivisitata Divina Villa Giulia (testo allegato).

premi“Nel mezzo del cammin di nostra vita (anno 1986) ci ritrovammo in una Villa Giulia poiché la retta via si era smarrita”…

All’evento ha partecipato la sindaca di Pianoro Franca Filippini che si è complimentata con tutto il personale, il giornalista Paolo Brighenti che ha condotto la premiazione e la coppia di interpreti della Divina Villa Giulia formata da Maurizio Granelli e Sabrina Agnoli. Ad allietare le ultime note della serata la cantante Emilia Mascolo insieme al marito Ciro.Versi che aprono la serata e raccontano Villa Giulia dalla nascita alla sua evoluzione proprio grazie ad ogni singolo collaboratore, uno per uno citati come parti di un’unica grande famiglia, in un’atmosfera di fiducia per il futuro.

I premiati di Villa Giulia

Come “Miglior resistenza al lavoro” per i suoi 23 anni di servizio ha ottenuto il premio Theresa Ifediegwu; premio come “Miglior informatico” è andato a Manfredi Mattei, con ben 22 anni trascorsi nella struttura;

La “Miglior coordinatrice” è stata Cristina Grilli, 19 anni di servizio, con 17 anni di servizio ciascuna sono state premiate Ecaterina Gamanji come “Miglior allegria” e Patrizia Maestri come “Miglior imparzialità”;

Mireille Sabotsy (9+7 anni) è stata insignita del simpatico premio “Miglior ricciolina”, altrettanto simpatico è il premio che ha ricevuto Giulio Romagnoli (da 15 anni in struttura), come miglior “Me an so gninta”;

Il “Miglior catetere” è stato assegnato a Kristyna Stopa, dimostrato nei suoi 15 anni di servizio. 14 anni di lavoro presso Villa Giulia hanno permesso a Elena Gidei di ricevere la nomina di “conferma miglior portamento” e ad Anghel Loredana il riconoscimento per il “Miglior prelievo”;

Joana Obrejan si è caratterizzata per la “Miglior risata” di Villa Giulia nei suoi 13 anni in struttura, gli stessi anni di Florentina Petrariu, premiata per il “Miglior bagno a letto”.

Diversi premi assegnati a chi è da 12 anni nello staff di Villa Giulia: Carolina Rabiej (Miglior jolly), Viorica Nedelcu (Miglior tenebrosa), Cosmina Chis (Miglior turno notturno), Rachelina Mariosa (Miglior show girl).

Anna Ambranca è stata premiata per il “Miglior imbocco” degli ultimi 11 anni, Elisabetta Aldrovandi ha realizzato la “Miglior sfoglina” negli ultimi 11 anni.

Disponibilità e pazienza sono due doti che non devono mancare per chi presta un lavoro di assistenza e di cura: sono le doti maggiormente riconosciute a Stachurska Katarzyna e Marani Katiuscia (entrambe in Villa Giulia dal 2010).

Il “Miglior ritorno” è stato quello di Angela Cito (5+4 anni), Valentina Bliort la “miglior nottambula” degli ultimi 8 anni, Klodeta Gjini la “Miglior primatista saltoin alto”.

Magdalena Krusewska è stata premiata per i suoi “occhi azzurri” che illuminano gli ospiti di Villa Giulia da 7 anni.

La “Miglior Notturna” è stata eletta Alexandrina Manta per i suoi 6 anni, stesso lasso di tempo per Mariella Mancin “Miglior No Covid!” e per il Dott. La Torre Pasqualino, riconosciuto come “Miglior medico geriatra”.

La “Miglior giovane mamma” degli ultimi 5 anni è stata Carina Kotrina, il premio di “Miglior silenzio” è stato assegnato ad Aristica Marinescu (5 anni), così come la “Miglior riservatezza” è stata riscontrata a Slowikowska Modesta, ed il “Miglior schizzo” a Vitelli Daniele.

Graziella Todaro è stata premiata per le sue capacità come “Miglior succesful event”, altro premio quale “Miglior artista” è stato assegnato a Marco di Mauro; le competenze di Daniela Alessandrello le sono valse il titolo di “Miglior architetto” (tutti e tre da 4 anni al fianco di Villa Giulia).

Negli ultimi due anni Daniela Tanase si è distinta come “Miglior ossigeno terapia”, Mariana Amorosino come “Miglior cambio tovaglie”.

Nell’ultimo anno il Dott. Romano Burzi è stato il “Miglior medico di medicina generale”, Laura Fabbri ha ottenuto il riconoscimento di “Miglior deambulazione”, la “Miglior cheas cake” quella di Jessica Visconti, Alimatou Bara è stata premiata come “Miglior ballerina”.

Il premio di “Miglior igiene” è stato assegnato a Muscu Viorica nei suoi 11 mesi, a Nadia Lazar (8 mesi) è andato il premio di “Miglior divisa”, a Kasapi Mariglena quello per “Miglior fascia per capelli”, a Naldi Tiziana quello per “Miglior terapia per Oss”.

Luciana Cavallini (8 mesi) si è contraddistina per la “Miglior gentilezza”, la “Miglior bontà” è andata a Gaia Cardalli, riconoscimento ottenuto in soli sei mesi di servizio.

Il “Miglior approccio” è stato quello di Paulina Mesterca (4 mesi), il “Miglior nuovo arrivo” quello di Giuseppina De Angelis (1 mese), stesso lasso di tempo in cui Giorgia Zanni ha fatto il “Miglior Caffè”.

Premiati infine Laura dell’Aquila di Fit4Fun come “Miglior coach” e Giulia Minarini come “Miglior ex fisioterapista”.

 IMG 4884 IMG 5131

IMG 5398

IMG 5113